Come si misura l'ossigeno disciolto nell'acqua?

ID documento

ID documento CO169

Data pubblicazione

Data pubblicazione 28/02/2019
Domande
Come si misura l'ossigeno disciolto nell'acqua?
Sommario
Per misurare l'ossigeno disciolto (DO), è possibile utilizzare varie tecniche: titrimetrica, colorimetrica, elettrochimica e ottica. 
Risposta
Per misurare l'ossigeno disciolto (DO), è possibile utilizzare varie tecniche: titrimetrica, colorimetrica, elettrochimica e ottica.  Sebbene la titolazione Winkler sia il metodo tradizionalmente utilizzato per l'analisi del DO, questa tecnica può risultare lenta e complessa.  Le misurazioni colorimetriche utilizzano uno spettrofotometro per analizzare il viraggio del colore quando il DO reagisce con un indicatore.  Le tecniche di analisi del DO più semplici e comunemente utilizzate sono le sonde elettrochimiche e ottiche.  Tra le tecniche basate sull'uso di sonde, il metodo ottico è quello più semplice.  In una sonda ottica per DO, si utilizza una luce blu per illuminare un colorante luminescente.  In presenza di DO, la luce emessa dal colorante eccitato presenta una lunghezza d'onda specifica.  L'intensità della luce emessa può essere misurata e utilizzata per calcolare la concentrazione di DO nell'acqua.  La tecnologia per ossigeno disciolto a luminescenza (LDO) è una soluzione semplice, accurata e a bassa manutenzione per le analisi del DO eseguite con strumenti portatili, di laboratorio e di processo.

Questa risposta ti è stata d'aiuto?

Sottomissione in corso...
Grazie per il feedback.
Si è verificato un errore durante la sottomissione. Riprovare.