Confronto tra ammoniaca e ammonio - Qual è la differenza fra queste due forme dell'azoto?

ID documento

ID documento TE2796

Data pubblicazione

Data pubblicazione 19/06/2018
Domande
Confronto tra ammoniaca e ammonio - Qual è la differenza fra queste due forme dell'azoto?
Sommario
Confronto tra ammoniaca e ammonio
Risposta
Ammoniaca e ammonio sono due forme diverse dell'azoto. Il fattore più importante per determinare il rapporto tra ammoniaca e ammonio nell'acqua è il pH. L'attività dell'ammoniaca è influenzata anche dalla forza ionica e dalla temperatura. È importante ricordare che l'NH3 non ionizzato può essere pericoloso per gli organismi acquatici, mentre l'ammonio ionizzato è sostanzialmente innocuo.

La relazione fra ammoniaca e ammonio è controllata dalla seguente equazione chimica:
NH 3 + H 2O <-> NH 4 + + OH -

Quando il pH è acido, la reazione è diretta verso destra, mentre quando è basico è diretta verso sinistra. In generale, a una temperatura prossima alla temperatura ambiente, per un pH inferiore a 6,0 la proporzione tra ammonio‐N più ammoniaca‐N sotto forma di NH 3 è molto bassa, mentre quella sotto forma di NH 4 + è molto alta. A un pH di circa 8,0, la proporzione di NH3 è minore o uguale al 10%, mentre per un pH lievemente superiore a 9,0 tale proporzione è attorno al 50%. Anche l'attività dell'ammoniaca acquosa è molto inferiore alle basse temperature a aumenta alle temperature più elevate. Questo significa che con bassi livelli di temperatura e pH l'attività come NH 3 è addirittura inferiore, mentre quella come NH 4 + è molto più elevata. Quando il pH è superiore a 11, tutti gli ioni di ammonio‐N in soluzione vengono convertiti in ammoniaca‐N.

L'ISE per ammoniaca IntelliCAL ISENH3181 consente di misurare lo ione ammonio (NH 4 +) dopo la conversione in ammoniaca (NH 3). A tale scopo, è necessario aggiungere l'ISA Hach per ammoniaca, che tampona il pH a un valore superiore a 11 e incrementa la forza ionica del campione. Il metodo ISE per l'ammoniaca misura la somma tra ammonio‐N e ammoniaca‐N. Poiché è molto difficile determinare direttamente l'attività dell'ammoniaca acquosa, si utilizza un surrogato costituito da ammonio‐N più ammoniaca‐N, dopodiché si utilizzano i valori tabulati di tale surrogato per determinare se la concentrazione misurata fornisce ammoniaca a un livello nocivo per gli organismi acquatici.

Se si conoscono la temperatura e il pH del campione, è possibile utilizzare la tabella seguente per determinare la percentuale di ammoniaca totale presente sotto forma di NH 3. Per calcolare la proporzione di NH 3 a partire dall'ammoniaca, è possibile moltiplicare questa percentuale, in formato decimale, per l'ammoniaca totale del campione. La differenza tra l'ammoniaca totale e quella sotto forma di NH 3 può essere utilizzata per calcolare la quantità di ioni di ammonio (NH 4 +) nel campione.

Questa risposta ti è stata d'aiuto?

Sottomissione in corso...
Grazie per il feedback.
Si è verificato un errore durante la sottomissione. Riprovare.