L'analizzatore di Silica 5500 sc può funzionare solo quando il flusso di campione è attivo?

ID documento

ID documento TE7011

Data pubblicazione

Data pubblicazione 09/11/2017
Domande
L'analizzatore di Silica 5500 sc può funzionare solo quando il flusso di campione è attivo?
Sommario
Analizzatore di silice 5500 sc programmazione di flusso intermittente
Risposta
Il funzionamento intermittente dell'analizzatore è possibile, ma ci sono alcune limitazioni:
 
1. Il reagente di amminoacido (R3) ha una vita utile limitata dopo che è stato preparato. (Questo è il motivo per cui viene spedito in due componenti separati) Quando l'analizzatore è in stand-by per mancanza di campione, il reagente continua a invecchiare. L'analizzatore è stato progettato per consumare i propri reagenti entro 90 giorni in funzionamento continuo. L'analizzatore non misura la durata del reagente in base al tempo, ma sul livello di riempimento residuo nella bottiglia. Se l'operazione intermittente non consuma il reagente di amminoacido entro il normale periodo di utilizzo di 90 giorni, questo reagente può deteriorarsi e fornire misurazioni del campione imprecise. Poiché l'analizzatore non conosce l'età del reagente, ma valuta solo il riempimento del flacone, il cliente deve tenere traccia dell'età del reagente ed eseguirne tempestivamente le sostituzioni. Può anche succedere quindi di dovere sostituire flaconi non completamente consumati.
 
2. Se il flusso del campione viene interrotto, l'analizzatore potrebbe non essere in grado di sciacquare la cella di campionamento alla fine del ciclo di misura corrente. Per interruzioni brevi del campione (fino a poche ore) questo non è un problema, ma tempi più lunghi causano  sottoprodotti di reazione che colorano la cella di misura. Queste macchie nella cella possono causare letture instabili o inesatte dopo l'avvio dell'analizzatore. Questo è il problema più significativo che può verificarsi da interruzioni a lungo termine del flusso di campione. Se il vecchio campione reagito viene lasciato nella cella per una o più settimane, è solitamente più pratico sostituire la cella campione che tentare di pulirla.
 
3. Un interruttore di flusso e la funzione relè di "fine misura" potrebbero essere utilizzati per attivare una valvola esterna per flussare la cella quando il campione viene interrotto. (per esempio No flow + End of Measure = chiudere la
valvola di scarico per 3 minuti.) La valvola di scarico esterna dovrebbe essere collegata ad un campione alternativo disponibile, a basso contenuto di silice e con una sufficiente pressione. Questo campione alternativo dovrebbe anche essere idraulicamente separato in modo che la cella possa essere flussata possibilmente da un tubicino che scarichi nell'imbuto di "grab sample". Se l'interruzione del campione dovesse durare per diversi giorni, sarebbe anche opportuno utilizzare un relè esterno per rimuovere l'alimentazione elettrica dall'analizzatore.
 
4. L'installazione al punto 3 di cui sopra richiede un minimo di manualità e di hardware aggiuntivo, ma è conveniente farlo nel caso ricorrano le situzioni di cui sopra.
A seconda della frequenza e della lunghezza delle interruzioni del campione, si può spegnere l'interruttore di alimentazione e versare manualmente nella cella circa 200 ml di acqua distillata evitando di  costruire un sistema automatico come sopra.
 

Questa risposta ti è stata d'aiuto?

Sottomissione in corso...
Grazie per il feedback.
Si è verificato un errore durante la sottomissione. Riprovare.