Che differenza c'è tra titolazione diretta e retro-titolazione per il Cloro Totale?

ID documento

ID documento TE7282

Data pubblicazione

Data pubblicazione 19/12/2017
Domande
Che differenza c'è tra titolazione diretta e retro-titolazione per il Cloro Totale?
Sommario
Confronto tra titolazione diretta e retro-titolazione per il Cloro Totale.
Risposta
Titolazione diretta
La titolazione diretta segue i metodi standard per l'esame dell'acqua e delle acque di scarico (SM) 4500-Cl D. In questo metodo il cloro è nel campione all'inizio della titolazione. Durante l’esecuzione della titolazione il cloro viene consumato dall'ossido di fenile (PAO). Quando viene aggiunto il titolante e il cloro viene consumato, la lettura in μA diminuisce. Una volta che tutto il cloro del campione è stato consumato, la lettura in μA sarà prossima allo zero e non importa quanto più PAO viene aggiunto, la lettura del μA cambierà. La titolazione riporta un grafico come quello di seguito.


I risultati sono calcolati con il volume di campione utilizzato, la concentrazione del PAO e il volume del PAO necessario per raggiungere il punto finale (dove il grafico presenta il punto di flesso).

Retro-titolazione
La retro-titolazione segue il metodo SM4500-Cl C. Questo metodo richiede che il campione venga pretrattato prima che la titolazione venga avviata. Un volume in eccesso di PAO viene aggiunto al campione. Tutto il cloro nel campione viene consumato e un residuo di PAO è lasciato nel campione. All'inizio della titolazione non c'è cloro nel campione, ma invece un eccesso di PAO. Quindi la lettura in μA all'inizio della titolazione è prossima allo zero. Lo iodio viene aggiunto al campione in incrementi come titolante e consuma l'eccesso di PAO nel campione, la lettura in μA rimane vicino allo zero. Una volta che tutto il PAO è stato consumato dalla iodio, continua a essere aggiunto iodio e aumenta la lettura in μA quando la concentrazione di iodio nel campione inizia ad aumentare. Risultando in un grafico come quello di seguito.


I risultati sono calcolati in due passaggi. Lo stadio 1 utilizza il volume di PAO aggiunto al campione, la concentrazione del PAO, la concentrazione dello iodio e il volume di iodio necessario per raggiungere il punto finale (punto di flesso della curva) per calcolare il volume di PAO che è stato consumato dal cloro quando è stato aggiunto. Una volta calcolato, il passo due è un calcolo simile alla titolazione diretta. Si calcola la concentrazione del cloro con il volume campione iniziale, la concentrazione del PAO e il volume del PAO consumato dal cloro (calcolato nella fase 1).
 
Confronto tra titolazione diretta e retro-titolazione
La retro-titolazione richiede un reagente aggiuntivo, con un costo più elevato per test, e il titolante di iodio è meno stabile di PAO il che può portare a risultati leggermente meno accurati e spesso richiede una taratura correttiva. Poiché il PAO è più stabile, non si richiede una taratura del titolante nella maggior parte delle applicazioni(si veda anche: è consigliata una taratura di elettrodo o di titolante per una titolazione amperometrica?). La retro-titolazione ha anche un tempo di esecuzione maggiore per test a causa della fase di pretrattamento. A causa di questi effetti negativi, una retro-titolazione potrebbe essere raccomandata rispetto ad una titolazione standard solo in due casi specifici: se la richiesta è da parte di un Ente di controllo oppure se i campioni non possono essere testati immediatamente. Il cloro è infatti volatile, per cui i campioni devono essere testati immediatamente dopo la loro raccolta (entro 15 minuti o nel più breve tempo possibile). Qualsiasi ritardo tra la raccolta dei campioni e la titolazione provocherà una perdita di cloro causando risultati non rappresentativi. Questo non è un problema per la retro-titolazione, poiché la concentrazione di cloro è "fissata" quando viene aggiunto il PAO. A causa della stabilità del PAO e poiché non è volatile, i campioni raccolti e immediatamente pretrattati possono essere testati in un secondo momento (per esempio se devono essere trasportati presso il Laboratorio).


 

Questa risposta ti è stata d'aiuto?

Sottomissione in corso...
Grazie per il feedback.
Si è verificato un errore durante la sottomissione. Riprovare.