Per gli elettrodi selettivi (ISE) che cosa si intende per condizionamento, perché è importante e qual è il modo giusto per condizionare gli elettrodi?

ID documento

ID documento TE6932

Data pubblicazione

Data pubblicazione 30/08/2017
Domande
Per gli elettrodi selettivi (ISE) che cosa si intende per condizionamento, perché è importante e qual è il modo giusto per condizionare gli elettrodi?
Sommario
Informazioni sul condizionamento degli elettrodi ISE.
Risposta
Ci sono molte differenze nelle ISE, ma una cosa che tutti gli ISE hanno in comune è la necessità di condizionamento.

 
Il condizionamento è una procedura che viene eseguita per rendere attivivi gli elettrodi all'analita (lo ione che viene misurato) dopo lo stoccaggio, prima della taratura o della misura. Fare riferimento al manuale della sonda per informazioni sulla conservazione appropriata, ma lo stoccaggio degli ISE tra un'uso e l'altro desensibilizzerà gli elettrodi, che richiederanno di essere condizionati prima dell'uso. Questa procedura è ancora più importante per gli elettrodi utilizzati per la prima volta, o per le sonde a cui si è di recente sostituita la membrana - se dispongono di una membrana sostituibile. Sonde non adeguatamente condizionate possono provocare letture inaccurate. Il condizionamento può anche essere molto utile per ridurre il tempo di stabilizzazione consentendo misure più rapide.
 
Per condizionare gli elettrodi lasciarli immersi nello standard a più basso valore della serie di taratura, senza aggiungere regolatore di forza ionica (ISA). Per il primo utilizzo, dopo lo stoccaggio a lungo termine o dopo la sostituzione della membrana, l'elettrodo deve restare immerso per 1-2 ore. Dopo un breve periodo di stoccaggio - come durante la notte o durante il fine settimana - un tempo di condizionamento più breve, c.a.10-30 minuti, dovrebbe essere sufficiente. Possono essere necessari tempi di condizionamento più lunghi per gli elettrodi più vecchi.

Questa risposta ti è stata d'aiuto?

Sottomissione in corso...
Grazie per il feedback.
Si è verificato un errore durante la sottomissione. Riprovare.